Legge di bilancio 2022, superbonus, sisma bonus, bonus facciate, acquisto prima casa giovani: le novità da conoscere!

Bonus facciate

La legge di bilancio 2022 proroga i bonus edilizi tra cui bonus facciate, sisma bonus e superbonus ed estende le agevolazioni acquisto prima casa under 36.

L’articolo in breve

In questo articolo vediamo alcune delle più importanti novità contenute nella legge di bilancio 2022 e riguardanti le agevolazioni edilizie, in particolare la proroga dei termini per beneficiare del superbonus e degli altri bonus edilizi.

La legge introduce anche un’interessante opportunità per chi desidera effettuare interventi volti alla rimozione delle barriere architettoniche, e permette a tutti i giovani under 36 che possiedono i requisiti necessari di beneficiare delle agevolazioni acquisto prima casa per le compravendite stipulate sino al 31 dicembre 2022.

La situazione: Con la nuova manovra economica, il Governo Draghi, proroga il termine per poter beneficiare del “pacchetto” delle agevolazioni fiscali riguardanti alcuni interventi edilizi tra cui sisma bonus, superbonus e bonus facciate, e, sussistendo gli altri requisiti, estende sino al 31 gennaio 2022 le agevolazioni acquisto prima casa giovani.

L’opportunità: Questa situazione comporta sicuramente una grande opportunità per tutti coloro che, non avendolo ancora fatto, sono intenzionati a beneficiare delle agevolazioni fiscali previste e legate ad alcuni interventi edilizi o all’acquisto della prima casa. La domanda, sorge però spontanea: cosa cambia?

Soluzione: In questo articolo vediamo cosa accade dal 1° gennaio 2022 con la Legge di Bilancio

1. La legge di Bilancio 2022: nuovi termini per il superbonus 100% e per gli altri bonus

Con la Legge di Bilancio[1] vengono prorogati alcuni dei più importanti bonus edilizi che avevano scadenza il 31 dicembre 2021; tra questi il superbonus, il sisma bonus ed il bonus facciate.

Il superbonus 110% viene confermato sino al 31 dicembre 2023 per i condomini e per gli interventi effettuati dalle persone fisiche su edifici composti da due a quattro unità immobiliari accatastate distintamente. Il lasso temporale utile per poter beneficiare del superbonus viene inoltre esteso sino al 31 dicembre 2025, ma con la previsione di un calo della percentuale di detrazione delle spese sostenute. In particolar modo la percentuale scende al 70% e poi al 65% per le spese sostenute rispettivamente nell’anno 2024 e 2025. Viene confermata la proroga anche per le associazioni di promozione sociale e le organizzazioni di volontariato iscritte nei Registri appositi. Per ciò che riguarda gli interventi effettuati da persone fisiche su edifici unifamiliari vi è la possibilità di beneficiare della detrazione del 110% per le spese sostenute sino al 31 dicembre 2022, a condizione che al 30 giugno dello stesso anno siano effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo.

Per il Bonus facciate, esteso sino al 31 dicembre 2022, la detrazione scende dal 90 al 60%. L’ecobonus, il sisma bonus ed il bonus ristrutturazioni sono prorogati sino al 2024.

Interessante l’introduzione di una nuova detrazione IRPEF dedicata agli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche. La detrazione riguarda le spese sostenute nel 2022 per tutti gli interventi che hanno lo scopo di superare o eliminare le barriere architettoniche in edifici che sono già esistenti. La detrazione, da ripartire il cinque quote annuali, è pari al 75% delle spese sostenute sino ad importi con tetti massimi differenti; nel caso in cui si tratti di edificio unifamiliare, il tetto massimo è di € 50.000, nel caso in cui si tratti di edificio unifamiliare, 40.000 da moltiplicare per il numero di abitazioni per edifici da due a otto unità immobiliari, 30.000 da moltiplicare per il numero di edifici per unità immobiliari oltre otto unità immobiliari.

2. Come funzioneranno sconto in fattura la cessione del credito?

La possibilità di optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito viene estesa sino al 31 dicembre 2025 e riguarda le spese relative al superbonus, sia per gli interventi trainanti che per gli interventi trainati. La stessa possibilità viene data anche per le altre agevolazioni edilizie, compresa la nuova agevolazione al 75% per gli interventi volti al superamento delle barriere architettoniche, sino al 2024. Resta escluso da questa possibilità il bonus per l’installazione di colonnine che non venga trainato dal superbonus.

Chi intende optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura deve ottenere il visto di conformità e l’asseverazione della congruità dei prezzi anche per quanto riguarda il bonus facciate ed il bonus casa (per un approfondimento, consultare l’articolo: Dal Decreto Rilancio al Decreto Antifrode: documentazione necessaria- asseverazioni e visto di conformità). Vi sono due eccezioni, poiché sono esclusi da questo obbligo i cosiddetti interventi di “edilizia libera” (gli interventi edilizi che possono essere fatti senza chiedere autorizzazioni e depositare documenti) e, limitatamente al bonus casa, gli interventi di importo complessivo non superiore ad € 10.000 che vengono eseguiti sulle singole unità immobiliari o anche sulle parti comuni dell’edificio.

3. Proroga agevolazioni acquisto prima casa under 36

Un brevissimo cenno merita infine la proroga che può favorire l’acquisto della prima casa da parte dei giovani under 36. L’art 62 della legge di bilancio estenda a tutto il 2022 le agevolazioni già previste per i giovani under 36 che intendono acquistare la loro prima casa. Ricorrendo anche gli altri presupposti (per un veloce approfondimento: Agevolazioni fiscali acquisto prima casa giovani under 36: tutte le novità del Decreto Sostegni bis e Prima casa giovani, tasse e molti altri dubbi. I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate) potranno dunque beneficiare di queste agevolazioni i giovani nati dal 1° gennaio 1987 che acquistano la prima casa nel corso dell’anno 2022, più precisamente, sino al 31 dicembre.


[1]  Legge 30 dicembre 2021, n. 234 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024” G.U. n. 310 del 31 dicembre 2021.

Conclusioni
Abbiamo visto alcune delle novità più importanti relative al Superbonus e ad altri bonus. In particolar modo:

– La proroga del termine per poter beneficiare del superbonus e del “pacchetto” dei più importati bonus edilizi.
– L’estensione temporale della possibilità di ottenere lo sconto in fattura o di cedere il credito.
– La possibilità di beneficiare delle agevolazioni per la prima casa acquistata entro il 31 dicembre 2022 per i giovani nati dal 1° gennaio 1987.


Per ogni chiarimento commenta l’articolo e sarò felice di risponderti.

Laureata in Giurisprudenza Magistrale con specializzazione in diritto internazionale-privato, sono da sempre appassionata di diritto civile. Ho portato a termine la Pratica Notarile e da anni collaboro con professionisti del settore fornendo la mia consulenza in diritto privato, successioni, diritto commerciale, contrattualistica e diritto immobiliare.
Articoli creati 13

Lascia un commento

Oppure accedi con



Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto