Bonus Facciate: vince la linea del MEF, consentita la fine dei lavori nel 2022

La Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate esclude la possibilità di ultimare i lavori riguardanti il Bonus Facciate nel 2022 per poi ammetterla di nuovo pochi giorni dopo.

L’articolo in breve

La Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello numero 914-1430/2021, ha elencato i requisiti necessari per poter beneficiare del bonus facciate al 90%, richiedendo che il pagamento e l’ultimazione dei lavori avvengano entro il 31 dicembre 2021. Pochi giorni dopo la stessa Direzione Regionale, con risposta ad interpello n. 914-1549/2021 ha cambiato orientamento ammettendo il beneficio del Bonus facciate 90% per coloro che sostengono le spese entro il 31 dicembre 2021 anche se i lavori vengono ultimati nel 2022.

Il problema: La Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello numero 914-1430/2021, precisa che per poter beneficiare del bonus facciate al 90% optando per la cessione del credito o per lo sconto in fattura è necessario che alla data del 31 dicembre 2021 siano presenti i requisiti del sostentamento della spesa e l’ultimazione dei lavori. La posizione non ammette dunque la possibilità di chiudere i lavori nel corso del 2022 anticipando il sostenimento della spesa al 31 dicembre 2021.

 Perché accade: Il chiarimento si scontra con quanto hanno indicato il Ministero dell’Economia e delle Finanze e Agenzia delle Entrate, secondo i quali si può beneficiare del Bonus Facciate per i costi complessivi sostenuti nel 2021 in relazione agli interventi iniziati anche se non ultimati entro il 31 dicembre 2021. Alla data indicata è sufficiente che sia avvenuto il pagamento della quota del 10% agli esecutori dei lavori.

Soluzione: Pochi giorni dopo la Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate, con risposta ad interpello numero 914-1549/2021, rettifica la risposta precedente, confermando che per beneficare del Bonus Facciate è possibile pagare entro l’anno la fattura relativa alle spese sostenute anche se i lavori non sono stati ultimati.

Secondo le indicazioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze è possibile beneficiare del Bonus Facciate al 90% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021 anche se l’ultimazione dei lavori avviene nel 2022. A generare forte confusione sul punto una risposta ad interpello della Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate che negava questa possibilità. Pochi giorni dopo la virata ed il cambio di direzione della stessa Direzione Regionale. Facciamo il punto della situazione.

1. La risposta ad interpello n. 914 – 1430 / 2021 e la grande incertezza

La Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate in risposta ad interpello n. 914 – 1430 / 2021 ha sostenuto che, al fine di beneficiare del Bonus Facciate al 90% mediante cessione del credito o sconto in fattura, è necessario che alla data del 31 dicembre 2021 coesistano i requisiti, sia del sostenimento della spesa che dell’ultimazione dei lavori con asseverazione (o attestazione) di congruità delle spese. La condizione è stata evinta dal coordinamento di due norme: l’art. 119 comma 13-bis riguardante l’asseverazione di congruità delle spese e l’art. 121 comma 1 – ter per ciò che riguarda l’obbligo di apposizione del visto di conformità ai fini della cessione del credito. La risposta è sopraggiunta dunque in seguito D.L. Anti frode che, dal 12 novembre 2021, il quale, ha introdotto nuovi obblighi per la cessione del credito e per lo sconto in fattura in vigore (inserire link articolo: Dal Decreto Rilancio al Decreto Antifrode: documentazione necessaria- asseverazioni e visto di conformità).

Il chiarimento della Direzione Regionale Campania si scontra però con quanto indicato dal MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) che, al contrario, permetteva la conclusione dei lavori nell’anno 2022.

Questa risposta della DRE Campania, ha generato numerosi dubbi ed incertezze, poiché, di fatto, a ridosso della scadenza del 31 dicembre 2021, sembrava negare la possibilità di anticipare il sostenimento del costo entro la data indicata per lavori che termineranno nel 2022.

2. La rettifica della Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle entrate

È la stessa Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate con risposta ad interpello n. 914-1549/2021 del 16 dicembre, a ribaltare quanto affermato pochi giorni prima (interpello n. 914-1430/2021). La DRE Campania ha infatti confermato che per beneficiare del Bonus Facciate al 90% è possibile pagare entro l’anno 2021 la fattura relativa alle spese sostenute. Nessun richiamo viene fatto dunque al requisito dell’ultimazione dei lavori e della asseverazione (o attestazione) di congruità delle spese entro il giorno 31 dicembre 2021.

In particolar modo il chiarimento è stato fornito ad un Condominio che si è rivolto all’Amministrazione Finanziaria per chiedere della possibilità di beneficiare della detrazione sull’intero importo corrisposto alla data del 31 dicembre 2021, e non solo sulla parte di lavori ultimata entro la stessa data. Il riferimento è alla risposta n. 46 del 22 ottobre 2018 nella quale si chiariva che per determinare il diritto al beneficio fiscale il requisito da prendere in considerazione era quello del sostenimento della spesa a mezzo bonifico bancario; dunque, poiché la Legge di Bilancio ha previsto il Bonus Facciate al 90% per tutto il 2021, i requisiti richiesti sono il sostenimento delle spese e l’inizio dei lavori entro il 31 dicembre 2021. Non viene dunque richiesto che i lavori siano terminati entro il 1 gennaio 2022.

Pertanto è al momento possibile beneficiare del Bonus Facciate al 90% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021 anche se i lavori vengono terminati nel 2022.

Conclusioni
La Direzione Regionale Campania dell’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello numero 914-1430/2021, ha elencato i requisiti necessari per poter beneficiare del bonus facciate al 90%, richiedendo il pagamento e l’ultimazione dei lavori entro il 31 dicembre 2021.

Questa risposta ha generato grande confusione ed incertezza a pochi giorni dalla scadenza del termine.

Il requisito precedentemente richiesto per il Bonus Facciate era quello di avere sostenuto le spese entro l’anno 2022. Pochi giorni dopo la stessa Direzione Regionale ha cambiato rotta allineandosi a quanto sostenuto in precedenza dal MEF ed ammettendo l’ultimazione dei lavori nel 2022.


Il tema è molto interessante, se hai qualche dubbio, desideri maggiori approfondimenti commenta questo articolo e saremo felici di risponderti.

Laureata in Giurisprudenza Magistrale con specializzazione in diritto internazionale-privato, sono da sempre appassionata di diritto civile. Ho portato a termine la Pratica Notarile e da anni collaboro con professionisti del settore fornendo la mia consulenza in diritto privato, successioni, diritto commerciale, contrattualistica e diritto immobiliare.
Articoli creati 13

Lascia un commento

Oppure accedi con



Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto